Le colline terrazzate della Valpolicella Classica

La valorizzazione di un patrimonio unico attraverso l’iscrizione
al Registro nazionale dei paesaggi rurali storici 

INVITO
Giovedi 26 marzo ore 17

Sala Convegni Domìni Veneti, Via Ca’ Salgari, 2 – Negrar di Valpolicella (Verona)

Cantina Valpolicella Negrar ospita l’incontro gratuito aperto al pubblico organizzato in collaborazione con il Dipartimento di Economia aziendale dell’Università di Verona, i Comuni di Negrar di Valpolicella e Marano di Valpolicella. L’iniziativa è finanziata dal Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2014-2020 – GAL BALDO Lessinia e patrocinata dalla Regione Veneto. Aderiscono i comuni di Sant’Ambrogio, Fumane e San Pietro in Cariano , l’Ordine degli Architetti PPC e l’Ordine provinciale dei Dottori Agronomi e Forestali di Verona.

Durante il convegno verranno presentati i risultati dello studio propedeutico alla candidatura per l’iscrizione al “Registro Nazionale dei Paesaggi Rurali Storici, delle Pratiche Agricole e delle Conoscenze Tradizionali”, sulla conservazione e promozione delle colline terrazzate della Valpolicella Classica.

Lo studio permetterà di ottenere una fotografia del territorio agricolo attuale, evidenziando quanto rimane dei caratteri storici e delle pratiche agricole storiche. Avrà inoltre l’obiettivo di sensibilizzare gli imprenditori agricoli verso il valore del paesaggio rurale storico, in modo che spontaneamente le aziende siano orientate in futuro a strategie di sviluppo compatibili con la conservazione del paesaggio rurale.

I risultati ottenuti saranno utili anche per capire le dinamiche che hanno interessato e stanno interessando il paesaggio rurale e potranno essere utilizzati dalle Amministrazioni come spunto per le future scelte di pianificazione urbanistica e di regolamentazione.

Ecco gli interventi a cura di personalità illustri del mondo accademico, dell’architettura, dell’Osservatorio Nazionale dei paesaggi rurali storici:

  • Il registro Nazionale dei Paesaggi Rurali Storici
    Mauro Agnoletti – professore associato dipartimento Scienze e Tecnologie Agrarie, Alimentari, Ambientali e Forestali, Università di Firenze
  • Riflessioni sull’integrità del paesaggio rurale storico
    Viviana Ferrario – geografa, professore associato, Università Iuav di Venezia
    Andrea Turato – architetto, Patchworkstudio, Padova
  • La convenienza economica degli investimenti sul paesaggio
    Roberta Capitello – professore associato, Dipartimento di Economia Aziendale, Università degli Studi di Verona
  • Storia ed evoluzione del vigneto in Valpolicella Classica
    Diego Tomasi – I° ricercatore presso il Centro di Ricerca per la Viticoltura e l’Enologia di Conegliano (CREA-VE)
  • L’esperienza del Soave
    Aldo Lorenzoni – direttore del Consorzio Tutela Vini Soave

Al termine dell’incontro è possibile visitare gratuitamente la cantina prenotando al numero 345.8663048 o scrivendo a [email protected]

Approfondimento

Il “Registro Nazionale dei Paesaggi Rurali Storici, delle Pratiche Agricole e delle conoscenze tradizionali” è stato istituito dal Ministero delle politiche agricole col Decreto 17070/2012 per fare un bilancio attuale di uno dei paesaggi agrari più diversificati ed esteticamente suggestivi d’Europa e del mondo. Ci si è resi conto, a livello comunitario, di quanto sia opportuno connettere la conformazione del paesaggio con le attività produttive agricole e di quanto questa connessione porti a considerare le nostre campagne come un ambito molto più complesso di funzioni e valori e non solo come un settore produttivo.

Gli obiettivi del registro vanno oltre la semplice catalogazione e si concentrano piuttosto sulla salvaguardia e la valorizzazione dei paesaggi rurali storici, delle pratiche agricole e delle conoscenze tradizionali, contribuendo al loro sviluppo attraverso attività promozionali e sistemi di certificazione. Inoltre associando i prodotti agricoli al paesaggio da cui provengono tramite un marchio di qualità si creano nuove sinergie per la promozione del turismo rurale oltre che delle produzioni agroalimentari tipiche di un’area. Molteplici studi infatti dimostrano che a fronte di una buona qualità, che rimane un prerequisito irrinunciabile, il luogo di origine contribuisce fortemente a innalzare il valore del prodotto enogastronomico, è importante quindi capire che trascurare di caratterizzare dal punto di vista paesaggistico e culturale una produzione, significa rinunciare alla possibilità di creare un’identità strategica dal punto di vista turistico e del marketing.

Attualmente sono 5 i paesaggi del territorio nazionale che sono stati iscritti al Registro e tra questi 2 sono in Veneto: Le Colline di Conegliano Valdobbiadene – Paesaggio del Prosecco Superiore e le Colline vitate del Soave, mentre sono un’ottantina i territori che, come la Valpolicella, hanno inoltrato al Ministero la scheda di segnalazione e stanno predisponendo il dossier di candidatura.

Per chi lo desidera al termine del convegno sarà possibile visitare gratuitamente la cantina prenotando al numero 345.8663048 o scrivendo a [email protected]

Data

26 Mar 2020

Ora

17:00

Ora locale

  • Fuso orario: America/New_York
  • Data: 26 Mar 2020
  • Ora: 11:00 - 14:00

Costo

GRATUITO
Cantina Valpolicella Negrar

Luogo

Cantina Valpolicella Negrar
Via Ca’ Salgari 2 Negrar, Verona
Categoria
Marina Valenti

Organizzatore

Marina Valenti
Telefono
+39 3458663048
Email
[email protected]

Other Organizers

X